Strumenti di valutazione per le opere d’arte. Perizia, expertise e autentica

SOMMARIO
1. La necessità di uno strumento. – 2. Modalità di attribuzione e di autenticazione delle opere. – 3. Natura giuridica dell’obbligazione. – 4. L’expertise. – 5. La perizia. – 6. Il certificato di autenticità.

1. La necessità di uno strumento.
Chiunque sia interessato a operare nel mercato di cose d’arte si trova di fronte alla necessità di dotarsi di uno strumento che determini le caratteristiche principali dell’opera oggetto della transazione. È noto, infatti, che a latere del dato meramente soggettivo che spinge all’acquisto di un bene di natura artistica, ogni opera che si presenti sul mercato è dotata di una sua precisa valenza economica.
È bene segnalare, da subito, che il mercato delle opere d’arte, così come quasi tutti i mercati, subisce numerosi influssi; tra questi sono presenti circostanze fisiologiche del mercato, certo, accanto però ad altre influenze create “artatamente” dagli operatori o speculatori del settore.
Tra i suddetti fattori, di particolare rilievo per la determinazione del valore dell’opera, non può non menzionarsi la certificazione della paternità artistica dell’opera, che permette di ricollegare il bene, in modo sufficientemente certo, a un determinato autore. Tale certificato è uno degli elementi fondamentali in tutte le transazioni e spesso risulta requisito di procedibilità per un gran numero di transazioni.