Riflessioni e spunti sulla recente riforma della Legge Fallimentare

Sommario:

1. Premessa. – 2. Aspetti critici della normativa vigente in materia di crisi di impresa. – 3. Le novità introdotte dal Decreto Sviluppo in materia di concordato preventivo; accordi di ristrutturazione ex art. 182 bis l. fall. e piani attestati: brevi cenni. – 4. Possibili “aree di intervento” ulteriori nell’ambito della normativa vigente – (a) Istituti di prevenzione e di allerta; (b) Il concordato preventivo. – 5. Conclusioni.

1. Premessa

Il presente intervento ha ad oggetto (i) un’analisi dei profili di maggiore criticità della disciplina vigente in materia di procedure concorsuali, accordi di ristrutturazione del debito e piani attestati; (ii) le principali novità introdotte dalla recente riforma della legge fallimentare contenuta nella Legge 7 agosto 2012 n. 134 di conversione del decreto legge 22 giugno 2012 n. 83 (c.d. “Decreto Sviluppo”); e (iii) lo svolgimento – senza alcuna pretesa di esaustività – di alcune considerazioni in merito a possibili ulteriori “aree di intervento” finalizzate a rimuovere/limitare queste criticità, anche sulla base delle procedure applicate in altri Paesi europei.